L’Assessment secondo BeInValYou 2.0 – Le capacità

 

COMPETENZE o CAPACITÀ?

Un’impresa è riconosciuta e apprezzata sul mercato dai propri clienti grazie alla competenza distintiva che la caratterizza e la differenzia dalle altre, concorrenti e non.

Ma cos’è una competenza distintiva? La si può definire come l’insieme di conoscenze e capacità che ogni impresa accumula nel corso degli anni attraverso le risorse umane.

In realtà, si può vedere tutto come un circolo virtuoso: le persone sono (o dovrebbero essere) il fulcro di ogni azienda, che senza di esse non esiste, non migliora e tantomeno può avere successo. È quasi scontato quindi che per ottenere i migliori risultati a livello aziendale è necessario che anche gli individui rendano al meglio.

Per raggiungere risultati, le imprese devono poter contare sull’espressione da parte dei propri collaboratori di comportamenti organizzativi efficaci, i quali possono essere definiti in precise e descrivibili capacità.

Il trucco sta proprio nel ricercare e sviluppare le risorse con competenze professionali adeguate ed efficaci rispetto al ruolo che ricoprono. Le competenze professionali sono definite come l’insieme di competenze tecnico-specialistiche (sapere ed esperienza di natura professionale, acquisibili attraverso lo studio e l’attività pratica) e capacità.

 

LE CAPACITÀ

E qui si arriva al punto centrale del discorso: le capacità. Le capacità sono definibili come agglomerati di comportamenti organizzativi descritti e riconosciuti poiché messi in atto dalle persone; le capacità vanno a completare le competenze professionali individuali e, insieme alle conoscenze, ne diventano le fondamenta: consentono di trasformare gli obiettivi d’impresa in risultati.

Come tutti i patrimoni aziendali, le capacità sono un capitale da definire, valutare e far crescere, perché l’investimento su di esse vale la candela.

L’attività che svolgiamo supporta le aziende in tal senso tramite percorsi di assessment (per valutare) e development (per sviluppare e far crescere).

“Il metodo più efficace e semplice per evidenziare le capacità è dare una semplice descrizione del comportamento che le denota, rappresentando poi i momenti chiave che ne illustrano la concreta attuazione”, afferma il Professor Gian Carlo Cocco, nostro Direttore Scientifico, che ha dedicato la sua carriera ad approfondire questi temi.

Recentemente, è stato possibile avvalersi delle neuroscienze per indagare l’origine dei comportamenti umani, permettendo così di evidenziare i legami esistenti tra il funzionamento della mente e le localizzazioni del cervello: per quanto non sia possibile comprendere tutto ciò che accade nella mente umana quando viene messo in atto un comportamento, una schematizzazione può arricchire e rendere più efficace la metodologia di assessment.

Si è quindi definita una mappa delle principali aree di espressione delle capacità che ogni persona dispiega per agire un qualsiasi contesto organizzato. Sono state individuate quattro aree di funzionamento del cervello (emisfero corticale sinistro, emisfero corticale destro, sistema limbico sinistro, sistema limbico destro) e in base ad esse è stato possibile evidenziare altrettanti raggruppamenti di capacità necessarie per ricoprire ogni tipo di ruolo organizzativo.

Si è giunti infine all’elenco delle capacità chiave, suddivise in area cognitiva, area gestionale ed innovativa, area dei processi operativi e area relazionale ed emozionale.

Quindi, in buona sostanza, è per questo che tratteremo di capacità: perché crediamo che siano un fattore indispensabile se si vuole raggiungere il successo, sia individuale che professionale.

 

 

Condividi l’articolo

Privacy Policy | Cookie Policy