Allenatori e manager: cos'hanno in comune?

 

Manager e coach sono due figure molto simili: entrambe hanno l'obiettivo di guidare la crescita della propria squadra curando sia gli aspetti individuali che quelli di gruppo per raggiungere il massimo delle performance.

 

Perchè si parla di manager-coach?

Sempre più spesso nelle organizzazioni si sente parlare di manager-coach.
Questo perchè il ruolo di allenatore e quello di manager hanno molti aspetti in comune come la leadership e la capacità di essere un punto di riferimento per il proprio team, ma non solo.

Sia il coach di una squadra sia il manager di un'azienda hanno come obiettivo quello di guidare il proprio team all'eccellenza, ovvero a raggiungere gli obiettivi prefissati e, perchè no, a superarli.
Per farlo devono saper lavorare sia a livello di squadra che a livello di singole risorse, individuando e sviluppando le aree di miglioramento e le potenzialità necessarie per raggiungere il traguardo.
In quest'ottica quindi il manager deve agire proprio come un allenatore per far sì che ognuno dei suoi collaboratori raggiunga il massimo e che l'intero team lavori e collabori al meglio, curandosi sia degli aspetti individuali che di quelli gruppali.


Come lavora un manager-coach

La gestione delle performance

Proprio come un allenatore si avvale di una pluralità di metodi e insegna diverse tattiche per preparare la propria squadra a ogni evenienza, così il manager deve utilizzare tecniche, metodi e strategie di miglioramento e gestione delle performance, in modo da curarne i diversi aspetti.

Il manager si deve ispirare alla figura del coach per diventare un alleato capace di guidare il proprio team non tanto a un singolo obiettivo, quanto verso il paradigma del miglioramento continuo.
Il primo passo è quello di portare le proprie risorse verso un cambiamento netto nel rapportarsi con i sistemi di Performance di cui sono i protagonisti principali, perchè solo in questo modo sia le persone che l'organizzazione potrà riuscire a crescere.

Diventa quindi necessario per i manager sviluppare e favorire una leadership ausiliaria, ovvero la capacità di accompagnare gli altri e guidarli a essere presenti nel ruolo e consapevoli del proprio potenziale, così che possano essere parte attiva della propria crescita e di quella dell'organizzazione.

 

Vuoi saperne di più?

Scarica la nostra infografica!


 

 

Condividi l’articolo

Aegis Srl – società soggetta all’ attività di direzione e coordinamento di Aegis HCG s.r.l.
Privacy Policy | Cookie Policy | Whistleblowing