Formazione blended: qual è il giusto mix tra didattica tradizionale e a distanza?

 

Oggi sentiamo parlare sempre più frequentemente di e-learning e formazione a distanza, spesso come fosse un'alternativa alla formazione tradizionale.
Nella realtà le due modalità possono convivere in quella che viene chiamata formazione blended: vediamo come scegliere il giusto mix tra aula e online per massimizzare gli sforzi formativi.

FORMAZIONE E-LEARNING VERSUS FORMAZIONE TRADIZIONALE

La scorsa settimana abbiamo approfondito in un articolo il tema delle piattaforme digitali e il trend dell'e-learning, un fenomeno che ha riscosso un grande successo negli ultimi anni e ha vissuto un vero e proprio boom in occasione della pandemia.

Mentre all'inizio in molti si sono trovati a schierarsi tra chi preferiva la formazione tradizionale fatta di aule più o meno popolose, kit per gli appunti e immancabili slide da condividere a fine lezione, e formazione online caratterizzata da una maggiore fluidità di spazi e tempi di fruizione ma non esente da inconvenienti tecnici, soprattutto per i meno avvezzi alla tecnologia, oggi come per molte altre cose i due fronti sono ormai sempre meno definiti.

LA FORMAZIONE BLENDED: COS'É E PERCHÉ SCEGLIERLA

Anche nella formazione si sta facendo avanti un terzo polo, che avvicina i due mondi precedentemente riassunti con l'obiettivo di unire gli aspetti positivi dell'uno e dell'altro: parliamo della formazione blended, un approccio che mischia attività di formazione tradizionale con attività online.

Perché infatti preferire l'una o l'altra, quando si può progettare un percorso che unisca entrambe le modalità? 

La parte online della formazione non deve per forza sostituire la formazione in presenza: la tecnologia può essere utilizzata per arricchire l’esperienza formativa, ampliando gli strumenti e le modalità di apprendimento per andare incontro anche alle esigenze di ciascuno (non tutti impariamo allo stesso modo!).

Possiamo inoltre avere a disposizione la possibilità di collaborazione tra team e interazione che la modalità faccia a faccia offre, unita ai vantaggi degli strumenti digitali e delle logiche della gamification, solo per citare alcuni dei vantaggi di entrambe.

Come fare in modo che questi due mondi non solo convivano, ma anzi si facciano forza a vicenda?

 

COME TROVARE IL GIUSTO MIX TRA FORMAZIONE TRADIZIONALE E ONLINE

Non c’è una proporzione perfetta in assoluto tra formazione in presenza e formazione online.
Dipende infatti da molte variabili, come ad esempio:

 

  • Da chi è composta la mia aula?
  • Quanto sono abituati all’uso di supporti tecnologici per l’apprendimento?
  • Qual è il tema?
  • Di che tipo di formazione stiamo parlando?

 

Le due modalità possono essere alternate non solo giocando in modo assoluto con la proporzione di utilizzo dell'una o dell'altra, ma anche basandosi sullo scopo che ogni momento della formazione vuole avere: vogliamo preparare i partecipanti al momento successivo? Ci troviamo in una fase in cui è necessario rinforzare quanto appreso nel momento precedente? Dobbiamo approfondire un argomento, oppure far esercitare i nostri partecipanti?

Ogni modalità ha i propri vantaggi, e utilizzare la modalità blended permette di sfruttare quelli di entrambe.


Se stai programmando un intervento formativo e vuoi capire come progettare una formazione di successo trovando agli strumenti più in linea con le tue esigenze, contatta i nostri consulenti per un confronto!

 

 

Condividi l’articolo

Aegis Srl – società soggetta all’ attività di direzione e coordinamento di Aegis HCG s.r.l.
Privacy Policy | Cookie Policy | Whistleblowing