Focus sulle PMI: Come essere pronti per la trasformazione culturale

 

Siamo arrivati a una nuova puntata del nostro focus sulle piccole e medie imprese: negli scorsi appuntamenti abbiamo parlato delle sfide che il periodo pandemico e il contesto hanno posto alle PMI e di quali sono le competenze che possono fare la differenza nello sviluppo delle PMI.

Oggi siamo qui ancora una volta con Michela Toscano, Psicologa, Psicoterapeuta e Senior Consultant di BeInValYou, per approfondire il tema della trasformazione culturale nelle piccole e medie imprese e di come questa vada affrontata.

 

Gli elementi di successo della trasformazione culturale

La reazione più immediata, anche in relazione a quanto discusso finora, potrebbe essere che la chiave per la trasformazione culturale sia lo sviluppo delle competenze delle quali abbiamo parlato e che sia quindi fondamentale che gli imprenditori investano nella formazione e sviluppo di queste competenze.

Certamente questo rappresenta un momento chiave del processo di trasformazione, ma sarebbe riduttivo pensare che possa esser sufficiente dare alle persone la responsabilità di cambiare, per farlo davvero.

 

Per cambiare non basta dire di volerlo fare

Ciò che intendo è che spesso le organizzazioni dichiarano di voler cambiare, talvolta anche promuovendo interventi di formazione in tal senso, ma nella realtà dei fatti ciò che accade è l’organizzazione è la prima che resiste al cambiamento stesso, e quindi cerca, più o meno consapevolmente, di mantenere le cose come sono sempre state.

Per questo motivo, ciò che non può davvero mancare per la trasformazione culturale è in primis un reale e autentico cambio di mindset dell’azienda, a partire dall’imprenditore.

Non basta dunque insegnare alle persone la flessibilità, occorre che gli si lasci lo spazio per esercitarla. Non basta promuovere una modalità di lavoro orientata agli obiettivi, bisogna dare loro gli strumenti per poterli raggiungere. La formazione e gli interventi orientati allo sviluppo sono certamente strumenti importanti e potentissimi perché possono mettere in moto un cambiamento che ha però bisogno di trovare uno spazio per poter accadere.

 

Un nuovo DNA per le imprese

Ciò che è fondamentale per permettere una reale trasformazione culturale è che l’organizzazione stessa sia pronta a trasformarsi anche accogliendo le fatiche e le difficoltà che comporta il cambiamento e dando alle persone gli strumenti per perché ciò accada, sviluppando le loro competenze e offrendo loro adeguato supporto.

Per poter far fronte a un contesto come quello nel quale viviamo, del quale la pandemia è solo il più violento e recente esempio, le imprese di oggi necessitano un cambiamento di mindset. La capacità di cogliere i segnali di cambiamento, la capacità di trasformarsi velocemente e adattarsi a un contesto mutevole, avere un approccio diverso al nuovo e saper sostare nell’incertezza e nell’ambiguità devono far parte del DNA delle nostre imprese.

Questo significa organizzazioni più snelle, meno basate sulle gerarchie e più sulla fiducia nelle persone, con obiettivi di business che evolvono e cambiano continuamente, coerentemente con le richieste del mercato.

 

 

 

Condividi l’articolo

Aegis Srl – società soggetta all’ attività di direzione e coordinamento di Aegis HCG s.r.l.
Privacy Policy | Cookie Policy | Whistleblowing